Antonio Piazzolla
By Antonio Piazzolla

Cos’è la fosfina, la molecola trovata su Venere

La scoperta astronomica dell'anno: ci sono tracce di fosfina nell'atmosfera di Venere. La sua presenza potrebbe essere legata a processi biologici

E’ la notizia del 2020 per eccellenza, almeno nel campo astronomico. In breve, un team di ricercatori guidato da Jane Greaves, astrofisica alla Cardiff University, ha dichiarato di aver scoperto nell’atmosfera di Venere la scoperta la presenza di una molecola rara, chiamata fosfina, costituita da un atomo di fosforo e tre d’idrogeno.

Si tratta di un gas che sul nostro pianeta può esistere solo in due modi: prodotto industrialmente oppure dai batteri che prosperano in ambienti privi di ossigeno. I ricercatori credono dunque che la fosfina di Venere abbia un’origine dovuta a microbi extraterrestri! Gli scienziati hanno effettuato la scoperta, studiando l’atmosfera di Venere, grazie alle osservazioni compiute con il James Clerk Maxwell Telescope, alle Hawaii: la scoperta è stata confermata da Alma, l’Atacama Large Millimeters submillimeter Array.

Questa potrebbe essere la prima prova dell’esistenza di forme di vita aliena! Perché uso il condizionale? Perché di prassi gli scienziati dovranno verificare l’ipotesi sull’origine della fosfina! La ricerca è stata pubblicata oggi su Nature Astronomy.

Molecole di origine biologica nell’atmosfera di #Venere? 👽Calma, calma, calma! Ecco cosa ha dichiarato un team di…

Pubblicato da Antonio Piazzolla su Lunedì 14 settembre 2020

Cos’è la fosfina, la molecola scoperta nell’atmosfera di Venere?

Il fosfano (secondo la nomenclatura IUPAC), più conosciuta come fosfina, è il fosfuro di idrogeno o triidruro di fosforo, un composto chimico di formula bruta PH3. Un gas incolore e infiammabile, il cui punto di ebollizione di 185 K (- 88 °C) a pressione atmosferica. Contrariamente al fosfano puro che è inodore, il fosfano “da laboratorioha un odore decisamente sgradevole (molti dicono simile all’aglio o al pesce in decomposizione): questo perché contiene fosfano sostituito e del difosfano P2H4.

La fosfina è altamente tossica e può uccidere facilmente anche a concentrazioni basse. Per questo motivo lo si impiega sulla Terra per il controllo dei parassiti (fumigazione) e nelle aziende agricole viene utilizzato, sotto-forma di palline di fosfuro di alluminio, che a contatto con l’acqua atmosferica producono la fosfina. Su Venere, la sua presenza potrebbe essere legata a processi chimici e biologici ancora non conosciuti. Seguiranno aggiornamenti!

SHARE

Write a response